Home » Quella magica intimità del legame madre figlia

Quella magica intimità del legame madre figlia

Secondo uno studio dell'Università della California, si tratterebbe del legame più potente del mondo (nel bene e nel male)

Il legame madre -figlia è il più potente al mondo: è la scienza che lo dice
Alla scoperta delle connessioni mentali genitori – figli, in un scenario che ci racconta non solo il meraviglioso rapporto speculare tra una mamma e una figlia, ma anche come i modelli cerebrali ereditati dai genitori possano avere conseguenze sulla nostra salute mentale.

Se sei donna e tua madre è la prima persona cui pensi ad ogni briciola emotiva del tempo che scorre, per comunicarle ogni insenatura del nostro mondo di ipersensibilità, dalla paura alla gioia, dalle lacrime all’aneddoto divertente, non si tratta solo di un – profondo e veritiero – luogo comune. La scienza ci spiega il perché: secondo un studio pubblicato nel Journal of Neuroscience, la relazione madre-figlia è la più forte di tutti i legami genitore-figlio, in relazione ai modi in cui il nostro cervello elabora le emozioni.

La chimica nei dipartimenti di empatia: come e perché la mamma è una parte così autentica di te da plasmare il tuo cervello

Non si tratta solo di cuore ma anche di cervello. Tutte le relazioni tra genitori e figli sono costruite su solide basi d’amore ma, secondo alcuni studi autorevoli, esse non si rivelano sempre intense allo stesso modo nei cosiddetti dipartimenti di empatia. La responsabile è la popolarissima chimica del cervello.
Secondo uno studio che ha coinvolto 35 famiglie, la parte del cervello che regola le emozioni è più simile tra le madri e le figlie rispetto a qualsiasi altra unione intergenerazionale.
Ciò significa che la mamma è più incline a capire quando ti trovi intrappolata in un problema perché è l’unica che ha il potere più autentico di immaginare se stessa nei tuoi panni e sentirsi perfettamente come te. Le sue emozioni sono legate alle tue e vice-versa. Solo voi due siete fatte l’una per l’altra. Allo stesso modo, si potrebbero spiegare tutte quelle volte che voi due siete simultaneamente irritabili: sappiamo che gli stessi lati dei magneti si respingono a vicenda.

Può interessarti:  Giornalisti tra i banchi: internet e droga, i mali degli adolescenti 3.0

Se tua mamma ha sofferto di depressione, può questa essere ereditaria?

Lo studio ha altri sviluppi potenzialmente utili per quanto riguarda la nostra capacità di comprendere le condizioni di salute mentale. L’autore principale Fumiko Hoeft, professore associato di psichiatria all’Università della California, ha spiegato che il sistema cortico -limbico esaminato è fortemente legato alla depressione. Ciò vorrebbe dire le esperienze legate alla salute mentale delle madri potrebbe essere d’aiuto nel prevedere un simile stato nelle figlie. E, considerando che ci sono buoni risultati per i trattamenti di depressione preventiva, la conoscenza della storia familiare può essere dunque estremamente utile.

L’ereditarietà può anche influire nei casi di autismo, schizofrenia, dislessia?

Poiché lo studio è stato il primo a utilizzare la risonanza magnetica intergenerazionale per confrontare le strutture cerebrali, Hoeft spera che ulteriori ricerche possano esplorare le connessioni con altri aspetti della salute mentale, in modo tale che possano trovarne beneficio tutti i membri della famiglia. In un comunicato stampa, ha detto che persino quando si tratta di : “Ansia, autismo, schizofrenia, dislessia e altro, i modelli cerebrali ereditati da madri e padri hanno un impatto, un’influenza, su quasi tutti” – prospettiva di una possibile verità scientifica che sorprende non poco -.

Anche se la tua vita cambia il legame con la mamma non cede ai mutamenti

Un altro studio ancora ha confermato che la connessione tra madri e figlie rimane più forte di altri tipi di relazioni familiari intergenerazionali durante tutti i cambiamenti della vita. Non sorprende che ulteriori ricerche abbiano dimostrato che madri e figlie si influenzano a vicenda, nel bene o nel male, in modi diversi rispetto ad altre relazioni.
C’è una cosa che dico sempre: una madre ti rasserena solo perché esiste. E, che si tratti di autorevole scienza o spontanea coscienza del cuore, rimane l’unica forma d’amore che non teme il maltempo della vita, né l’orologio egoista le cui lancette si muovono per portarci via anche pezzi di noi stessi. Una madre saprà ritrovarli, raccoglierli e restituirteli non appena i vostri occhi si incontrano.

Può interessarti:  L'amore dopo l'arrivo del bebè

Fonte:www.mother.ly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha + 71 = 81