Home » Vi presento il mio menù anni ’80

Vi presento il mio menù anni ’80

Le foodblogger Vera Morreale ci propone quattro intramontabili piatti, che erano un must dei gloriosi anni '80

Come si fa a non avere nostalgia dei favolosi 80’s?
A dire il vero sono sicura che di nostalgia ne hanno un pizzico anche quelli che non erano ancora nati… Come potergli spiegare che quelli erano anni FA-VO-LO-SI nel vero senso della parola… sembrava realmente di vivere in una favola!
Erano gli anni del “ si stava tutti meglio”, del “più spendi e più sei felice”, dell’acquistare un’auto in contanti, del carrello della spesa strapieno, delle spalline esagerate, delle vacanze all inclusive, del sogno di sposare Simon Le Bon, dell’abbondanza…

Il boom anni ’80

Non c’era nulla che non fosse tremendamente boom e il buon gusto spesso lasciava il posto al trash pur di essere top!
E in cucina? Anche qui era melius abundare quam deficere! Sedersi a tavola era una specie di ricerca del piacere difronte ad un appagante piatto godereccio! Tanto per avere un’idea, quelli erano gli anni del dilagare dei primi fast food che si era soliti frequentare anche con una certa disinvoltura! Nessuno si sarebbe mai sognato di chiedere se l’insalatina fosse a km0 ne tantomeno interessarsi alla provenienza della carne dell’hamburger!
Paninari o no, per cibarsi in quegli anni era d’obbligo fare i conti con sapori ricchi ed elaborati!

Anni ’80: piatti abbondanti a barocchi

La nouvelle cuisine dei sofisticati anni ’70 si era defilata con la sua intramontabile eleganza, lasciando il posto a piatti abbondanti, barocchi e sontuosi, ricchi di salse e tanta, tantissima panna! …e poi budini, gelatine, salmone, maionese, timballi e filetti!
Un viaggio nel cibo che oggi sembrerebbe “senza ritorno”! Uno stile alimentare che a guardarsi un po’ in giro è un ricordo lontano…
Eppure ci sono piatti che hanno fatto la storia della cucina italiana, piatti che negli anni ’80 erano immancabili a tavola, al ristorante, per le cene importanti o durante il pranzo della domenica, ma che oggi possiamo considerare vintage a pieno titolo… e tra questi, mentre alcuni non si trovano più, altri sottoposti ad attento restyling hanno resistito alle mode e si presentano ancora bene all’inteno di un buffet o magari appositamente cucinati per una divertente cena a tema 80’s…

Può interessarti:  La tosse nei bambini, come riconoscerla e curarla

I piatti cult

Certo è, che di tutti questi piatti ognuno di noi ha la sua playlist, legata a particolari momenti e ricordi… le Tagliatelle mare e monti che preparava quel ristorantino sul lungomare dove andavamo a cenare con la famiglia il sabato sera, il meraviglioso Cocktail di gamberi dentro le coppette di cristallo tirate fuori in occasione del pranzo di Natale, i morbidi Sandwich al prosciutto delle feste di compleanno e le mitiche Crepes con l’inimitabile ricetta della zia…
Ed è proprio nel momento in cui tutto questo riaffiora che si accende quella voglia di riappropriarsi di un sapore già sperimentato e di gustare un grande classico! Che poi, molte di queste ricette sono talmente vintage che non sono mai davvero tramontate e, avendo lasciato un segno profondo, oggi stanno ritornando di gran moda con ingredienti più genuini, cotture più moderne e sapori più delicati.

I miei piatti preferiti anni ’80

Mi piacerebbe sapere quali sono per voi i piatti anni ’80 del cuore, quelli che vi riportano indietro, quelli che di quel sapore ve ne ricordate ancora adesso, quelli che solo a vederli vi fanno spuntare il sorriso, quelli che ne mangereste ancora nonostante siano un po’ retrò!
Nel mio 80’s menu ho voluto riproporre dei piatti a cui sono legata per diversi motivi… primo fra tutti l’Insalata russa, nella mia versione leggera, piatto che ricordo sempre in bella vista durante i pranzi speciali o le feste, perfettamente sistemato su piatto di portata ovale e lucidamente agghindato.
Un po’ più difficile la scelta del primo, quale fosse a me più caro, se le famosissime Penne alla vodka o le “nostre” domenicali Tagliatelle al salmone… e allora, nell’indecisione ho deciso di optare per delle Penne con salmone e vodka per non scontentare nessuno!

Può interessarti:  Cara figlia mia, ti chiedo scusa

Il mitico filetto al pepe verde

Nessun dubbio invece sulla scelta del secondo, il mio preferito, il mitico Filetto di maiale al pepe verde, che vi confesso è uno di quei piatti che preparo con quella disinvoltura di cui vi dicevo e che è talmente godereccio da farmi stare veramente bene! Infine, assolutamente d’obbligo la Panna cotta al caramello, il budino made in Italy per eccellenza e perfettamente in tema… e tante buonissime Fragole&Panna!
Se anche voi, come me, vi state chiedendo che fine hanno fatto tutti questi piatti tanto in voga negli anni in cui la parola d’ordine era esagerare e si andava in giro con maglioni XXL e con le cuffie giganti sulle orecchie ad ascoltare lo stile new romantic dei mitici Spandau Ballet sappiate che il vintage ormai è cool e che quindi preparare un 80’s menu per le prossime festività significherebbe solo avere un mood in stile “grande ritorno della cucina tradizionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha + 39 = 41