Home » Il caffè con Carmen Gaziano: mi sento una persona autentica, nel bene e nel male

Il caffè con Carmen Gaziano: mi sento una persona autentica, nel bene e nel male

L'avvocato di A tutta Mamma si racconta: adoro far colazione con il mio compagno ed ho una grande passione per le mie piante

Descriviti in sole quattro parole

riflessiva, socievole, romantica, generosa.

Pensa alla persona a cui vorresti dire grazie in questo momento. Chi è?

se dovessi dire grazie a qualcuno, in questo momento, direi grazie a me stessa…e nel dirlo mi rendo conto che lo estendo ai miei genitori che mi hanno trasmesso, con l’esempio, più che con parole, valori importanti che hanno contribuito a far di me ciò che sono.
Hai la possibilità di una lunga colazione in un hotel vista panoramica nella tua città preferita.
Quale scegli e con chi?
La mia città preferita è quella in cui vivo: Palermo. Le più belle colazioni panoramiche le ho fatte proprio qui con il mio compagno ed è con lui che vorrei fare tutte le altre colazioni panoramiche (e non).

Quale è il maggior pregio che ti riconosci e il difetto?

Penso che il mio miglior pregio sia quello di essere una persona autentica, nel bene e nel male. Se risulto simpatica o antipatica è per quello che sono realmente, senza falsità.
E’ difficile scegliere un solo difetto tra tanti… uno su tutti: permalosa.

Hai il potere di realizzare tre desideri, quali sono?

Il golfo di Mondello a Palermo
Credo che li “sprecherei” tutti e tre per la mia Sicilia…un decisivo restyling delle strade, soprattutto quelle che collegano i vari capoluoghi di provincia. Già che ci siamo penserei anche ai collegamenti su rotaie (tratte veloci, puntuali, a bordo di treni nuovi o quasi) e per finire chiederei una pulizia straordinaria e duratura di Palermo, secondo me una delle città più belle del mondo, ma ahimè, coperta da troppi rifiuti.

Un viaggio regalo domattina. Scegli tu la meta e gli accompagnatori

Partirei subito per una cosiddetta dog-Sledding, una traversata con i cani da slitta in mezzo alle valli scoscese, i laghi gelati e i boschi della Norvegia. Naturalmente con il mio Compagno.

Si scherza su tutto tranne che…?

…sulla famiglia

L’amicizia esiste?

Si, e come se esiste! Certo, come ogni cosa importante, va curata e a volte può finire, ma sapere di avere degli amici su cui contare è una sensazione bellissima, ti fa sentire più forte. Ed io personalmente mi sento forte abbastanza!

Qual’è l’oggetto materiale di casa tua a cui tieni di più?

Le mie piante, senza dubbio! Adoro vederle crescere o crearne di nuove! Fare abbinamenti e tirarle a lucido, ogni tanto!

Perché hai scelto di far parte della redazione di A tutta mamma?

Perchè mi piaceva l’idea di mettermi alla prova con una esperienza nuova, divertente e stimolante, e perchè a chiedermelo è stata Maristella, non so se avrei detto di si a chiunque. Spero non sembri piaggeria spicciola, ma l’ho sempre stimata sin dal liceo, ho sempre letto con piacere i suoi pezzi, ed è stato bello ritrovarla dopo un po’ di anni in cui ci eravamo perse di vista.

Libro, canzone e film preferiti?

Libro: Cecità di J.Saramago, canzone: Karma police dei Radiohead, film: Into the wild di Sean Penn.

Fumetto preferito?

Da piccola non amavo troppo i fumetti, ma da adulta ho apprezzato tantissimo Persepolis, offre un punto di vista differente di una parte della storia dell’Iran.

Può interessarti:  Giornalisti tra i banchi: io quindicenne vi spiego cos’è la morte

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha 41 − 40 =