Home » Campagna vaccinale in Sicilia, ecco come procederà

Campagna vaccinale in Sicilia, ecco come procederà

Quali le priorità, come prenotarsi e le risposte alle domande più frequenti

Da domani in Sicilia inizia la campagna vaccinale per i 23 mila ultraottantenni siciliani che si sono prenotati tramite la piattaforma di Poste. È invece già partita la somministrazione per docenti e forze dell’ordine fra 18 e 55 anni.

Ecco le faq più frequenti sulla campagna vaccinale

Posso scegliere quale vaccino fare?

No. Tre sono i vaccini disponibile: Pfizer, Moderna e AstraZeneca. Non spetta all’utente decidere quale tipologia di siero gli sarà inoculata. È di pochi giorni fa la notizia che l’Aifa ha autorizzato la somministrazione di AstraZeneca anche agli over 55.

Sono un over 80. Come prenoto il vaccino? La prima dose si prenota online all’indirizzo www.prenotazioni.vaccinocovid.gov. Al link si può accedere anche tramite il portale siciliacoronavirus.it o dai siti di Asp e ospedali. C’è anche un numero verde attivo dalle 9 alle 18, dal lunedì al venerdì: 800009966. Ci si potrà prenotare nel centro vaccinale più vicino casa in base alla disponibilità. Le agende di marzo e aprile della maggioranza dei centri sono già piene e non è più possibile prendere l’appuntamento. Si aspetta l’arrivo delle nuove forniture per riaprire le prenotazioni. L’appuntamento per la seconda dose viene fissato direttamente dal centro vaccinale al momento della prima somministrazione. 

Le persone non autosufficienti saranno vaccinate a casa? Sì. È possibile prenotare il vaccino a domicilio sia attraverso la piattaforma online che attraverso il numero verde. Le somministrazioni a domicilio per gli over 80 cominceranno dal primo marzo. In questo momento non è più possibile prenotare per indisponibilità di dosi, ma in settimana il servizio sarà ripristinato. Successivamente la vaccinazione a domicilio sarà garantita anche ai disabili e alle persone non autosufficienti di altre fasce d’età.

Può interessarti:  In vacanza in Trentino Alto Adige con i bimbi: montagne, musei, giardini, castelli e un mondo da favola

Con quale vaccino saranno immunizzati anziani e disabili? Anziani, disabili e persone con patologie sono vaccinati con i vaccini Pfizer e Moderna, gli unici autorizzati al momento per immunizzare pazienti con determinate fragilità.

Adesso i vaccini sono anche per gli under 55? Sono partite le vaccinazioni solo per determinate categorie di under 55 con il nuovo farmaco di Astrazeneca il cui uso al momento è autorizzato solo nella fascia d’età 18-55 anni. Nel primo target rientrano insegnanti della scuola, esercito e forze dell’ordine. Dopo queste due categorie, toccherà a professori universitari e personale dei servizi essenziali, ma il ministero dovrà chiarire chi rientra in quest’ultima definizione.

Le prenotazioni online sono aperte agli insegnanti? No. In questo momento le prenotazioni tramite la piattaforma di Poste sono dedicate agli over 80. I docenti saranno contattati direttamente dalle Asp che hanno ricevuto gli elenchi dall’ufficio scolastico regionale.

Quando toccherà ai settantenni? I settantenni saranno vaccinati da aprile in poi. Ma prima toccherà ai soggetti «estremamente vulnerabili» per particolari patologie, indipendentemente dall’età. Seguono le persone tra 75 e 79 anni, poi tra 70 e 74 anni.

Ai sessantenni e alle altre fasce? I sessantenni saranno vaccinati nel secondo trimestre, dopo disabili, settantenni e persone con rischio clinico dai 16 ai 69 anni. Si partirà da persone tra 55 e 69 anni in condizioni che aumentano il rischio e infine a persone tra 18 e 54 anni senza aumentato rischio clinico.

Dove mi posso vaccinare? In Sicilia sono oltre 60 al momento i centri vaccinali autorizzati. Sabato a Palermo sarà pronto il primo dei nove hub siciliani, alla Fiera del Mediterraneo, che a regime potrà somministrare fino a 9 mila vaccini al giorno. Quando ad aprile partirà la campagna vaccinale di massa la Regione conta di coinvolgere anche farmacie e medici di famiglia. Questi ultimi vaccineranno a domicilio disabili e pazienti non autosufficienti.

Può interessarti:  Il dottore Antonio Maiorana presenta il libro La chiamavano maternita

Dopo il vaccino posso togliere la mascherina? No. Dopo la seconda dose, si arriva a una copertura fino al 95 per cento contro la malattia ma è ancora possibile contrarre l’infezione ed essere contagiosi. Anche dopo il richiamo è necessario mantenere le misure di sicurezza.

Il vaccino è gratuito? Si. Il vaccino è fornito dal servizio sanitario nazionale e non è acquistabile in farmacia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha − 2 = 5