Home » Coronavirus, Razza: in Sicilia sono sette i contagiati e tre i sospetti

Coronavirus, Razza: in Sicilia sono sette i contagiati e tre i sospetti

Lo ha reso noto l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, durante una conferenza stampa

Ruggero Razza, assessore alla Salute della Regione Sicilia, poco fa, nel corso di una conferenza stampa ha aggiornato i dati del contagio da Coronavirus. Sono sette i casi accertati nell’isola, quattro a Palermo, due a Catania e uno a Ragusa. Di questi solo tre curati in ospedale, uno a Palermo e due a Catania. A questi potrebbero aggiungersi altri tre casi sospetti nell’isola, in merito ai quali si attende l’esito dell’Istituto superiore di Sanità. Dei tre sospetti uno si trova ricoverato a Catania, due sarebbero asintomatici. Uno di questi farebbe parte della comitiva di bergamaschi in quarantena al Mercure. Nessuno dei contagiati è in condizioni preoccupanti.

In Sicilia situazione circoscritta

Razza ha rassicurato che situazione sanitaria in Sicilia è circoscritta e che i contagiati sono tutti da rimandare al focolaio lombardo. Nessun caso di Coronavirus secondario, ossia nato direttamente nell’isola, così conferma l’assessore. “I sette casi già accertati di Coronavirus in Sicilia riguardano persone o del tutto asintomatiche, quindi in isolamento domiciliare, o guarite e mantenute comunque in isolamento; solo due sono in ospedale, ma nessuno in terapia intensiva. Tutti hanno avuto un contatto diretto con l’area di focolaio, da noi non esiste alcun focolaio di contagio autonomo”, ha aggiunto Razza. In Sicilia sono stati effettuati in tutto trecento tamponi. Razza ha anche reso noto che il governatore Musumeci ha formalizzato al governo centrale la richiesta di potenziamento di posti letto in terapia intensiva.

La foto di copertina è tratta da www.gds.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha 47 + = 52