Home » Valeria che si laurea in ospedale, tenendo la mano al suo piccolo ricoverato

Valeria che si laurea in ospedale, tenendo la mano al suo piccolo ricoverato

Una bella storia d’amore e di speranza

Si dice che si diventa davvero madri, quando si riconosce nel dolore di qualsiasi bimbo, il dolore del proprio figlio. Questa è la sensazione che suscita la storia di una giovane mamma campana e del suo bambino. Valeria Carannate, 23 anni, da ieri é dottoressa in Scienze dell’Educazione. Un traguardo che ha desiderato tanto e che ha tagliato tra le corsie dell’ospedale Santobono di Napoli, dove da qualche tempo è ricoverato il suo bambino di soli diciotto mesi. Una situazione molto delicata quella del piccolo, con mamma Valeria sempre al suo fianco. Non si è voluta allontanare neppure per il tempo strettamente necessario alla proclamazione. Ha discusso la sua tesi accanto al suo piccino e ai medici e paramedici del reparto di Nefrologia, tutti visibilmente commossi. Immagini riprese dai telefonini, la gioia comune, che ha fatto da cordone al giorno importante di Valeria. Lei raggiante e con negli occhi la speranza per tante cose.

“Ringrazio tutto il team del reparto di nefrologia del Santobono, in primis per tutte le cure le attenzioni che stanno riservando al mio piccolo”, ha scritto la neodottoressa, laureata con il voto di 99, a corredo del post condiviso su Facebook: “Per la sincerità con cui mi hanno sempre parlato della condizione clinica di mio figlio e per il supporto che mi hanno dato nei giorni di terrore. Ringrazio il professor Pecoraro, un medico, un primario e un uomo straordinario che si è dedicato alla mia causa come se lo facesse per un figlio suo. Grazie dei fiori, dei palloncini e degli sguardi di affetto che hanno sostituito degli abbracci sinceri. Siete dei professionisti e delle persone straordinarie”.

Può interessarti:  Bimba morta al Di Cristina, tampone negativo, forse tbc

A Valeria auguriamo il nostro ad maiora e ci stringiamo forte a lei e al suo piccolo, al quale auguriamo una veloce e completa ripresa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha 67 − 58 =