Home » Le favole di Irene: la zanzara furbacchiona

Le favole di Irene: la zanzara furbacchiona

Un detto antico ma sempre di moda fa da sfondo a questa simpatica favola della buonanotte

Irene Migliore, la più giovane tra le nostre collaboratrici (ha otto anni e da grande vuole diventare un medico veterinario) stasera ci parla di un tema importante: mai sottovalutare i fragili e gli indifesi. Lo fa con la solita ironia, che è parte di tutte le sue favole della buonanotte.

Tra i due litiganti

C’era una volta un rospo che vide una zanzara grassa e appetitosa che volava sull’acqua dello stagno e decise di mangiarla. A un tratto sentì una voce gridare: era quella di una rospa, che gli disse che la zanzara era sua e non poteva mangiarla. Iniziarono a litigare: litigarono per ore e ore, notti e giorni, mesi e anni. Nel frattempo la zanzara mangiava e cresceva, diventò così grande che un giorno mangiò i due rospi. La zanzara sazia disse: “Visto? Tra i due litiganti il terzo gode!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha 36 − 31 =