Home » I rami di Natale e l’odore delle feste

I rami di Natale e l’odore delle feste

Un ricordo che si perpetua con una ricetta bella da vedere e ottima da annusare e gustare

Ogni anno apro la porta al Natale: faccio entrare ricordi, profumi, sogni.

Uso il mese di Dicembre come un fermo immagine; congelo ogni pensiero e mi dedico totalmente allesercizio dellincanto; mi circondo di luci e decori e Villa Volli profuma costantemente di marmellata di arance e biscotti appena sfornati.

Da bambina ero timida, ma avevo occhi curiosi e attenti; sempre attaccata alle gonne di mia mamma, ho preso da lei la passione per i dolci, lamore per la casa e per larmonia familiare. Già a fine Novembre, mia mamma metteva in casa gli ingredienti necessari per preparare i dolci tipici della nostra tradizione natalizia: i rami di Natale.

odore di arance, farina e biscotti

La prima cosa da fare era la marmellata fresca fatta in casa darance primizie; contemporaneamente, con le loro bucce essiccate sul termosifone, si realizzava una sorta di farina, perfetta per dare ulteriore fragranza ai biscotti.

Arrivava finalmente il giorno.

Tutto era pronto, e per unintera giornata si faceva solo quello: sfornare i rami di NataleChe profumi, che incanto per me ed i miei fratelli.

Lintenso effluvio dei fichi secchi cotti, misto a quello che sprigionavano anche la marmellata e la scorza darancia, è per me il Profumo Del Natale.

Ancora oggi, quando preparo i rami di Natale, il Profumo mi riporta indietro, come una macchina del tempo, a quei giorni spensierati della mia infanzia, e per un attimo sono ancora una bambina

Buon Natale a tutti.

Vi metto il link della ricetta, rubata alla mia mamma 🙂

http://www.villavolli.com/it/2019/12/13/rami-di-natale-o-buccellati/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha 12 − 8 =