Home » Focolaio Covid alla Maternitá del Civico

Focolaio Covid alla Maternitá del Civico

Chiusi il pronto soccorso e il reparto

Due gravide positive al Covid, ma non trasferibili. Sarebbe partito da lì l’allarme Covid al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Civico di Palermo. Per le donne, arrivate ieri con accesso dal Pronto Soccorso Ostetrico, era stato richiesto il trasferimento al Cervello, centro ostetrico Covid della città, dove però non c’era posto. In nottata il terzo caso, una partoriente, che ha dato alla luce il suo bimbo con cesareo, positiva al Covid ed impossibilitata al trasferimento sempre per la carenza di posti letto nella struttura preposta di via Trabucco. Il reparto e il pronto soccorso sono stati chiusi stamani. Si stanno effettuando i tamponi sulle altre gravide e partorienti ricoverate e anche sul personale. Predisposta anche la sanificazione dei locali.  Come riferiscono fonti sanitarie interne, le tre donne sono pressoché asintomatiche ed il bimbo nato nella notte sta bene. Scombussolamento generale tra le altre ricoverate, che hanno appreso con timore la notizia. Sempre secondo le fonti, i tre casi con probabilità non sono collegati tra loro, eppure, per la contestualità degli accadimenti, rappresentano comunque un piccolo focolaio interno alla struttura, che i sanitari stanno adoperandosi a isolare. La vicenda, sempre secondo le fonti, è lo specchio della criticità di queste settimane. Da mesi infatti al Civico si sono presentate gravide o partorienti risultate positive al Covid, l’immediato trasferimento al Cervello ha evitato che si creassero complicazioni e che si potesse gestire al meglio l’urgenza. La carenza di posti letto stanno provocando episodi come quello odierno, che, secondo le fonti sanitarie, potrebbe essere spia di un collasso ormai prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha 53 + = 56