Home » Andiamo a prendere un tè a Londra?

Andiamo a prendere un tè a Londra?

Londra val bene una tazza di tè!

Ci credereste di poter organizzare un viaggetto a Londra anche solo per prendere un tè? E ci credereste che io lo rifarei altre cento volte? Mi verrebbe da dire… Andiamo a prendere un tè a Londra?

A dire il vero non sono mai stata una gran bevitrice di tè, né tantomeno un’intenditrice… eppure vi assicuro che bere un tè a Londra è un’esperienza, un inizio, un ricordo indelebile… niente di più British! Perchè un tè alle cinque del pomeriggio in una di quelle inglesissime tea-house non è mai solo un tè, ma è un MONDO… un RITO, dicono!

Ed è proprio così, ve lo assicuro!

Tanto è cambiato…nulla è cambiato… dal primo Afternoon Tea che si ricordi, da quel tardo pomeriggio d’estate di più di duecento anni fa quando un certa duchessa di Bedford per colmare un “leggero languorino” si fece servire del tè con pane, burro e pasticcini. Ma quella casuale e solitaria merenda spezza-fame fu così apprezzata che divenne ben presto un’abitudine e poi ancora un’occasione per invitare le amiche più care e trascorrere del tempo insieme chiacchierando di frivolezze, sorseggiando tè e degustando dolcetti.

E, oggi, sembra proprio che il tempo si sia fermato a quel lontano pomeriggio!

E’ questa la sensazione che hai se ti trovi alle cinque del pomeriggio a Londra, quando tutto ruota esclusivamente intorno ad una tazza di tè e ad un vassoietto pieno di golosità.

Di certo, non più un’esclusiva di pochi, non più solo roba per anziane signore cotonate, ma bensì un momento per tutti, per incontrarsi e chiacchierare, per fermarsi! Ormai il più britannico dei riti è diventato un appuntamento glamour, di gran moda, al quale non si può mancare. A Londra esistono mille e più posti dove poterlo fare, dove poter bere il tè delle cinque come un perfetto inglese e degustarlo per tipologia accoppiato sapientemente ad una selezione di cibi dolci e salati.

Può interessarti:  Antonella Folgheretti, io giornalista libera professionista e gli stop che mi impone la malattia (e il sistema)

Afternoon Tea

Afternoon Tea vuol dire anche assaporare tè e dolcetti mentre leggi un libro o ascolti della musica, o mentre sei immerso in mostre e allestimenti artistici, o magari mentre scegli di acquistare un capo vintage! It’s so cool! Qui tutto è così metropolitano! Lo sapete c’è anche una deliziosa tea-room dentro la National Gallery! Ma quanto sono avanti questi londinesi! J’adore!

E così, secondo giorno a Londra, apro gli occhi e sveglia! Urge una giornata very british: English Breakfast da urlo al rooftop bar del nostro meraviglioso hotel in Shoredicht (ma di questo vi racconterò un’altra volta), il nostro tanto amato red bus fino al Tower Bridge (che non è solo il famoso ponte simbolo della città, ma un angolo londinese tutto da scoprire… provate a fare un giro di sotto e vi sentirete catapultati improvvisamente in atmosfera Sherlock Holmes!) e poi come back fino a Covent Garden per il nostro afternoon tea!

All’imbrunire Londra è stupenda, è il momento in cui tira fuori tutto il suo fascino… e noi, con gli occhi spalancati come bimbi davanti ad un albero di caramelle, eravamo arrivati al mercato di Covent Garden, una galleria su due piani che a Natale diventa un luogo magico con un’atmosfera unica: luci e addobbi sopra le nostre teste, vetrine eleganti, musica e musicisti, angoli dedicati all’arte, bancarelle con oggetti vintage…

…e poi un negozietto di tè piccolo piccolo ma tanto bello, tutto in legno nei colori del celeste bianco e miele, alle pareti scaffali pieni di coloratissime scatole di tè, tazze e teiere, piattini e foglioline magiche che rilasciavano profumi da far girare la testa… e poi all’angolo una scala che andava giù, ma giù dove? Giù si apriva ai nostri sguardi increduli un mondo dentro il quale stavamo per essere risucchiati fisicamente e nel cuore… quel passaggio era l’accesso alla più inglese delle tradizioni e della quale non ne immaginavo cotanta bellezza!

Può interessarti:  Giornalisti tra i banchi: io adolescente vi spiego il sesso

Su un grande ripiano centrale, teiere bollenti emanavano sentori di tè che inebriavano l’aria e ci guidavano alla scoperta di sapori mai provati, i piccoli shottini di vetro trasparenti, impilati accanto alle teiere stavano lì, pronti per condurci nel vortice magico di aromi d’Oriente… e così accompagnati da una perfetta playlist di sottofondo e da una gentile e sorridente signorina ci siamo accomodati al tavolino dell’accogliente Tea-Room!

Che posto incredibile! Tutto era straordinariamente slow… le voci, i movimenti, le luci, l’attesa… e bella gente che sorseggiava ogni tipo di tè! Ebbene, da Whittard of Chelsea potete trovare una selezione di oltre 100 tè sfusi provenienti da tutto il mondo!

Non penserete certo di andare a Londra e visitare tutti i possibili e immaginabili musei, monumenti, piazze, mercatini, strade, ruote, palazzi, chiese, negozi… e non mettere piede in una tea-house?  Non se ne parla!

Se siete a Londra e volete vivere una vera esperienza british, dovete dedicarvi assolutamente un tea-time!

Entrate in una tea-house e godete di tutto quello che vi circonda, ispiratevi e sorridete, siete appena caduti nella tana del coniglio, un pò come Alice nel Paese delle Meraviglie e attendete solo che scatti il protocollo: la scelta del tè (non facile, centinaia di infusi… ma lasciatevi consigliare), le particolari stoviglie (tazze, teiere, piattini, alzatine, vassoi… un trionfo di fantasie), i dolcetti e i sandwiches (un assortimento straordinario e seducente di gusti e di abbinamenti), le clessidre (geniale… ogni tè ha bisogno di un certo tempo di infusione) ed infine l’impeccabile servizio (sorrisi, cortesia e una grande professionalità). Farete fatica a non restare a bocca aperta per l’accuratezza di ogni singolo dettaglio!

Per l’afternoon tea da Whittard of Chelsea potete scegliere tra diversi menù e degustare, in abbinamento ad un ottimo tè, un piccolo buffet composto da una parte salata e una dolce, servito rigorosamente su un’alzatina a tre piani. Nella parte più bassa, il salato, i finger sandwiches con combinazioni di sapori come salmone affumicato e formaggio al limone, pollo e cetriolo, germogli di piselli freschi e uova; si passa poi alla parte dolce, gli scones (i miei preferiti!) da farcire con clotted cream e confettura di fragole infusa con foglie di tè; infine una selezione di deliziose torte!

Può interessarti:  Mamme in attesa, pronte per preparare il nido

Ognuno di noi ha avuto la sua teiera con acqua bollente, le profumate foglioline da infondere per il tempo scandito dalla clessidra (che varia in base al tè scelto), la zuccheriera con lo zucchero bianco e quello di canna. In abbinamento al tè potrebbero anche servirti un piccolo bricco con il latte, tuttavia alcuni infusi si bevono senza nemmeno lo zucchero! Per la fettina di limone… potrebbero inorridire!

Che bel posticino Whittard of Chelsea! Una tea-house perfetta, accogliente e informale quanto basta per degustare il nostro primo Afternoon Tea! A ragion veduta scrivono sulle vetrine We’ve got a good taste down of a tea!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha 95 − = 94