Home » A tutto libri, ecco la nostra classifica

A tutto libri, ecco la nostra classifica

Consigli di lettura in tempi di pandemia

Ogni momento è quello ideale per dedicarsi alla lettura. Ecco i nostri consigli per grandi e piccini.

 

Per chi ama le saghe familiari piene di pathos:

L’amore ai tempi del colera di Gabriel Garcia Marquez, Mondadori

Il genio di Gabo scrive il romanzo d’amore per antonomasia. L’amore imperfetto, claudicante che però trova la strada da percorrere, dimostrando che “non è mai troppo tardi”. Ambientato a Cartagena de India, le pagine hanno tutto il sapore del mondo più esotico e conturbante. Al centro un triangolo di personaggi: Fermina Daza, elegante, di una bellezza senza tempo, il mai vecchio Florentino Ariza e il medico dal profilo nobile Juvenal Urbino. La storia è apparentemente lunga, ma una volta finita ci lascerà un po’ orfani, talmente tanta e tale è la passione dei numerosi personaggi che la animano. La scrittura da riverenza del Nobel Garcia Marquez è a dir poco esaltante.

La casa degli spiriti di Isabelle Allende, Feltrinelli editore

Un must have nelle librerie degli appassionati. La scrittrice sudamericana romanza la storia della sua famiglia, il cui cuore pulsante é rappresentato dalla protagonista: Clara, Clarissima, Chiaroveggente, un personaggio dall’epica romantica e assai onirica. Un’eroina della letteratura contemporanea, che muove le fila di un romanzo avvincente, fatto di colpi di scena, di pagine dalla drammaticità cruenta, di sentimenti forti e trasversali. Una narrazione lunga, sanguigna, ma che cattura dalla prima all’ultima pagina.

Piano nobile, Simonetta Agnello Hornby, Feltrinelli

La scrittrice siciliana inserisce il romanzo in una trilogia in divenire, il cui esordio è in Caffè amaro. Siamo nel 1942, nel pieno del secondo conflitto mondiale, quando muore il barone Enrico Sorci. È capostipite di una famiglia estesa in lungo e in largo, tra eredi legittimi e tanta prole concepita strada facendo. Nel romanzo, che ha una struttura assai originale, dal momento che ogni capitolo è la voce di ciascun protagonista (che racconta la sua versione dei fatti), si snocciolano passioni, sentimenti fortissimi, tradimenti, crudeltà ma anche amori monumentali. Alla storia sentimentale si lega una puntuale descrizione della storia siciliana del tempo. La bravura narrativa di Agnello Hornby é palese, riga dopo riga. “Le famiglie sono famiglie, e chissà ancora per quanto impediranno, nasconderanno, confonderanno.”

Può interessarti:  Son tutte social le mamme del mondo

Leggerezza ma non troppo

Luca Bianchini: Io che amo solo te/La cena di Natale/Baci da Polignano (Mondadori)

Metti la Puglia, quella di “Nel blu dipinto di blu”, made in Polignano. Metti di poter sentire il profumo di mare, di olio buono, di taralli e pomodori. Metti due ragazzi bellissimi e due attempati signori altrettanto belli. Due storie d’amore che corrono su binari paralleli e per certi versi perpendicolari. A cornice incontri, scontri, tradimenti, litigi familiari, inganni, gelosie, solidarietà e grandi ritorni. In questa trilogia, che é davvero irresistibile, sfido a non ritrovarsi anche solo in una pagina. Luca Bianchini, che ha il merito di affrontare con leggerezza argomenti di peso, ha una scrittura davvero agile, un ritmo vincente, un’ironia che lo identifica dalla prima all’ultima pagina. Consigliato per chi desidera una lettura scorrevole, che però faccia riflettere. Dopo aver letto i libri di Bianchini vi verrà voglia di progettare un viaggio in Puglia.

Letture per riflettere ed emozionarsi

Resto qui di Marco Balzano (Einaudi)

Ambientato a Curon, sul lago di Resia, al confine tra l’Alto Adige, la Svizzera e l’Austria, il bravissimo Marco Balzano racconta, romanzandola, una storia vera. È il periodo fascista e alla gente di Curon viene annunciato che presto dovrà  lasciare le case, il borgo, la vita di sempre, perché il paese dovrà lasciare posto a una diga, che letteralmente sommergerà ogni cosa. La narrazione storica si alterna alle vicende umane dei protagonisti, mescolando dolore, romanticismo, sogni e il grande pathos della narrazione del tempo di guerra.

Il libro must del 2020

Cambiare l’acqua ai fiori di Valerie Perrin (edizioni E/O)

Può interessarti:  Se la fotografia diventasse materia obbligatoria a scuola?

Di questo romanzo si è parlato in lungo e in largo. Alcuni lo hanno amato visceralmente, altri lo hanno trovato stucchevole. Sta di fatto che sono state vendute oltre 200.000 copie. Il genere è romantico struggente ed ha l’originalità di essere ambientato in un ameno cimitero di un borgo francese. La protagonista é misteriosa al punto che se ne scopre la vita e la personalità pagina per pagina, con toni di suspense fino alla fine. Lo stile è elegante, la malinconia della protagonista intenerisce. Le tante storie che vi sono all’interno sono compenetranti. Fenomeno di massa o meno, vale la pena di essere letto.

 

Letture per i più piccoli

 

La slitta rossa di Jolanda Restano (Einaudi)

L’autrice racconta una storia vera, che la riguarda personalmente, avendo avuto per protagonista la sua mamma. È ambientata in un paesino piemontese nel secondo conflitto mondiale e parla di bimbi, di ideali, di coraggio e di una slitta rossa, che diventa, suo malgrado, protagonista di una vicenda vuoi difficile, ma vuoi anche stratagemma per stimolare nei piccoli sentimenti di coraggio, amore fraterno, unione nelle intemperie della vita. Un libro adatto per i bimbi dagli otto anni in poi. Per iniziare a spiegare loro quel triste capitolo di storia, che risponde alla voce delle discriminazioni razziali e del totalitarismo.

I dolci di Pina. New york, di Laura Carusino e Anna Laura Cantone (editrice Sassi)

La scoiattolina Pina è una grande appassionata di torte, dolcetti e biscotti. Leggendo un giornale di New York viene a sapere che il giorno successivo ci sarà una gara di dolci a Central Park. Decide di partecipare e, per prepararsi, fa il giro delle migliori bakeries della città, cercando di capire tutti i segreti dei più grandi pasticceri. Riuscirà a utilizzarli tutti durante la gara? Una dolce narrazione sull’amicizia, sulla condivisione e sull’importanza di aiutare chi è in difficoltà. Età di lettura: da 5 anni.

Può interessarti:  La pasta della domenica sa di primavera

Il libro Food

Honestly Good di Csaba della Zorza (Guido Tommasi editore)

Per mangiare sano non si deve necessariamente essere vegetariani. Parola di Csaba della Zorza, la più raffinata e ironica tra le foodblogger. Il libro è una guida concreta che insegna a trasformare ciò che mangiamo in qualcosa che può farci davvero bene.

Oltre 100 ricette suddivise in 9 capitoli, per dare indicazioni quotidiane a chi vuole intraprendere uno stile di vita alimentare sano e non complicato, senza scelte insostenibili nel lungo tempo e soprattutto contando su ricette gustose e mai privative. I temi affrontati vanno dalla scelta dei prodotti integrali al cibo fermentato, dai dolci senza zucchero alla tavola vegetariana, senza tuttavia eliminare del tutto le proteine animali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WC Captcha 4 + 6 =